Martedì, 07 Aprile 2020 13:20

Edutainment Online per Bambini

La nostra vocazione è proporre attività di intrattenimento con una formula educativa e attività educative con format di intrattenimento. Proponiamo dei programmi di intrattenimento online per i bambini dei vostri dipendenti, con laboratori, storie e contenuti educativi che possiamo anche personalizzare. Offriamo un riferimento in un momento di distanziamento sociale e di necessità di supporto alle famiglie. Il servizio funziona e risulta efficace, offre ai bambini un appuntamento che permetta di dare un ritmo alle giornate, con attività più adatte in funzione del gruppo e della relativa fascia d'età, attraverso un filo conduttore a livello educativo che possa rendere più leggere le giornate a casa. E' una forma di aggregazione pensata per bambini putroppo distanziati dagli altri, ma che consente di mantenere un rapporto sociale anche visivo e relazionale grazie alle piattorme digitali esistenti. I nostri laboratori digitali possono creare senso di aggregazione e appartenenza, sostenere le famiglie e aiutare i bambini in un momento difficile da cui potrà essere possibile trarne il meglio.

Per informazioni non esitate a contattarci!
Mercoledì, 25 Marzo 2020 15:57

Le regole sono importanti!

La totale assenza di regole non è garanzia di felicità e serenità, anzi i bambini che crescono senza principi solidi sono spesso più irrequieti, sviluppano paure e atteggiamenti provocatori. Le regole non solo proteggono ma forniscono le coordinate per orientarsi in un mondo sconosciuto, il caos per la sua imprevedibiltià genera paura, non da’la sensazione di avere il controllo sulle cose. Ecco perché i nostri figli hanno bisogno di regole ferme a patto che siano semplici, ragionevoli e non imposte con la forza e il ricatto ma stabilite con buon senso e osservando le esigenze dei bambini. Le regole devono farci crescere non frustare. Le regole sono però un terreno di conflitto e anche i sentimenti che prova l’adulto deve riconoscere perchè sono conflittuali. Le regole sono dei pilastri fondamentali su cui ordinare il proprio comportamento, le proprie risorse e scelte. La cosa più importante però non è dare regole ma farle rispettare! Una regola non rispettata non è una regola. PRIMA COSA: Il genitore deve riflettere: sono tutte ragionevoli e necessarie? Molte cose proibite non nuocciono davvero ne a lui ne a noi. Domanda: prima di esigere dal vostro bambino il rispetto di alcune regole: sono stabilite pensando realmente ai suoi bisogni o forse rispondono principalmente all’obiettivo di semplificare la vostra vita? Rfilettere sulla sensatezza delle regole è un esercizio utile. Perché i nostri bambini prendano sul serio le regole è necessario che abbiano fiducia in noi e che ci considerino dei modelli autorevoli: coerenza tra ciò che diciamo e facciamo. I BAMBINI CI GUARDANO: ANCHE I GENITORI HANNO BISOGNO DI REGOLE. RICERCA DI EQUILIBRIO: un atteggiamento intermedio tra eccessiva indulgenza e severità tenendo conto del grado di sviluppo psico-fisico del bambino. Le regole sono della famiglia, sono per tutti. I RITI: la ripetizione è uno straordinario lavoro evolutivo per il piccolo perché permette di familiarizzare con cose e situazioni replicando sempre uguali e nella stessa frequenza gesti e comportamenti. Repetita iuvant, gli forniscono un ordine mentale che gli consente di stare in ciò che fa. Un po’ di flessibilità ci può stare,ma motivare. SPIEGARE E ASCOLTARE I bambini hanno bisogno di capire il senso delle limitazioni che viene chiesto loro di seguire. Le regole IMPOSTE con toni PERENTORI (SI FA COSì E BASTA), ricorrendo a riproveri, umiliazioni (non capisci mai quello che dico), recriminazioni, minacciando castighi, non offrono ai bambini le basi per diventare autonomi e responsabili; se essi le rispettano, è solo per paura o senso di colpa, e non perché hanno realmente capito l’importanza; e sappiamo che l’ubbidienza non può essere duratura se è il risultato di un’imposizione, ma solo se è il risultato di una libera scelta. LE MINACCE NON FORNISCONO AL BAMBINO UN MODELLO DI COMPORTAMENTO DA UTILIZZARE IN CASO DI CONFLITTI. COINVOLGERE I BAMBINI NELLA SCELTA DELLEREGOLE: riunione di famiglia e collaborazione. Se vostro figlio trasgredisce sistematicamente le regole che avete stabilito per lui, vale la pena che vi interroghiate sulla vostra capacità di comunicare con lui in modo davvero efficace e persuasivo. Invece di sgridare spiegare con parole adeguate all’età. Le tecniche più efficaci nel motivare un bambino a collaborare sono proprio quelle basate sull’empatia, la fiducia, il rispetto, il mettersi nei panni del figlio per comprenderne i punti di vista, ibisogni e le eventuali difficoltà. Diamo tanti NON e divieti ai nostri figli, i bambini hanno bisogno di spazi in cui siano liberi di fare ciò che vogliono, di provare, di sperimentare e di sbagliare senza essere continuamente sotto il controllo adulto. Il trucco è costruire un rapporto che si fondi su fiducia e comprensione: - Dovete essere un modello di comportamento, colpiti dalle azioni concrete - Anche voi rispettate le regole - Ascoltate le sue opinioni e rispettatele - Cercate di essere sinceri - Non fate promesse che non potete mantenere - Non convincete vostro figlio a fare cose di cui voi non siete convinti - Non usate mai la violenza fisichaa e psicologia - Non rimandate a un altro momento una discussione su qualcosa di sbagliato RISPETTARE LA SENSIBILITà DEL BAMBINO L’opinione che i bambini hanno di se stessi dipende in gran parte dai giudizi degli altri (coetanei e grandi). I bambini hanno bisogno di essere presi sul serio (non minimizzate), non prendere sul serio un contenuto emotivo rende insicuri e poco consapevoli, e capiterà molte volte di sbagliare ed è normale, impariamo anche noi a chiedere scusa ed ascoltare le critiche. Il nostro compito è dare esempi e strumenti che permettano loro di vivere relazioni fuori dalla famiglia. Per altri approfondimenti o consulenza pedagogica potete scriverci un'email.
Lunedì, 16 Marzo 2020 16:55

Feste di compleanno durante il Covid-19

In questo mese molti bambini festeggeranno il loro compleanno a casa con mamma, papà e fratelli per chi li ha. Io per prima in questi giorni ho festeggiato a casa il mio compleanno..ma non è stata una giornata triste. Mi manca il mio lavoro e la gioia che mi porta farlo e desidero con questo articolo dare qualche suggerimento, ora che gli animatori non possono alliettare le feste dei vostri bambini, alle mamme e ai papà per organizzare una piccola festa fai da te. Il giorno del compleanno va festeggiato anche in questa circostanza particolare e di emergenza che ha sconvolto le vite di tutti noi e i bambini non devono rinunciare a questo Inno alla vita che è il giorno della propria festa. Da pedagogista ed animatrice scrivo questo articolo per dare alcuni suggerimenti per organizzare un party privato ma di sicuro successo. Non devono mancare palloncini colorati e festoni colorati a casa, della musica allegra e tanti dolcetti! Le ghirlande è possibile costruirle anche in modo artigianale con tovoglioli colorati o carta velina, cercate su internete e troverete tante idee. Il giorno prima del compleanno stampate da internet dei biglietti d'invito da colorare e decorare e fateli distribuire ai membri delle famiglia. Preparate al bambino al risveglio una stanza colorata con dei palloncini e dei festoni colorati per iniziare la giornata con positività. Prima cosa: preparazione del buffet in famiglia. Organizzate come se fosse un laboratorio chef la preparazione di alcuni semplici ricette come ad esempio girelle di nutella (pasta sfoglia già pronta e nutella), tartufini al cioccolato e cocco (farina di cocco, nutella e latte condesato), biscotti al burro a forma di animaletti, spiedini di frutta, ecc..e sul web troverete tante ricette simpatiche. Seconda cosa: organizzazione di giochi semplici e divertenti. E'possibile con alcune applicazioni di google fare delle video chiamate fino a 8-15 persone quindi potete anche decidere di mettervi in contatto con un pò di amichetti, oppure vi organizzate in famiglia tra di voi. Un compleanno senza baby dance non è un compleanno quindi andate su yuotube e seguite dei tutorial per imparare balli da fare insieme in famiglia. Giochi d'animazione che potete svolgere: - musica stop: accendete la musica preferita del vostro bambino e quando la stoppate i bambini devono rimanere fermi come statue - lenzuolo danzante: prendete un lenzuolo e muovetelo a ritmo della vostra musica del cuore, piano, forte, fortissimo, saltando, ecc.. - sarabanda: scegliete una canzone e dopo pochi secondi spegnetela e bisogna indovinare il titolo della canzone - laboratorio di bolle: in un bicchiere di plastica mettere acqua e sapone per piatti, prendere una o più cannucce e fare esperimenti - i semafori: prendete tre palloncini (rosso, giallo e verde) e ad ogni colore date un comando diverso (es.rosso fermi, verde si salta, giallo si striscia...) - caccia al tesoro per casa con indovinelli Se ai vostri bambini piace un eroe/principessa o cartone animato utilizzate le musiche a tema durante i giochi e magari potete organizzare anche un laboratorio creativo tematico. In questo tempo spospeso abbiamo l'occasione di stare di più e meglio con i nostri figli, non facciamoci scappare l'occasione per dare qualità a questo tempo e prendere il meglio da questa difficile situazione. Solo se ognuno di noi aprirà il cuore e saprà imparare da questo momento difficile ne usciremo tutti arricchiti nonostante il dramma che il nostro paese sta vivendo. Partiamo dai bambini, loro possono insegnarci tanto. Buon compleanno a tutti i bambini e ci vedremo presto alle vostre feste di compleanno! Monica Priscilla
Lunedì, 16 Marzo 2020 16:32

I capricci..che fatica!!!

NON C’è INFANZIA SENZA I CAPRICCI. I GENITORI, INVECE, NE FAREBBERO VOLENTIERI A MENO Non possiamo parlare di capricci prima di 1 anno di bambino. Iniziamo con il dire che i capricci non sono necessariamente un segnale negativo perchè il bambino sta scoprendo il proprio io ed è quindi un segnale positivo per lo sviluppo del bambino.Il bambino è continuamente combattutto tra i suoi sentimenti e gli attacchi d'ira lo aiutano a superare la frustazione. IL BAMBINO HA BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO. PROVIAMO A COMPRENDERLO MEGLIO Il bambino non sa governare la sua rabbia di cui si spaventa egli stessso, non può che farsi sentire con i mezzi che dispone ed il capriccio è una forma di comunicazione, seppure per noi genitori molto faticosa. I capricci iniziano a farsi più pesanti intorno a quelli che vengono chiamati "terribili 2 anni" l'età dell'ostnazione dei limiti imposti dagli altri. Il vostro bambino non ha ancora imparato che anche gli altri hanno le proprie esigenze e non sono in grado di fare dei compromessi. Putroppo essendo in esperto ha bisogno di fare esperienze per mettere ordine nel suo piccolo mondo e qualcosa che non lo soddisfa lo manda su tutte le furie! Il bambino vuole scoprire le sue capacità e sentirsi autonomo ma dall'altra parte non conosce le conseguenze delle sue azioni come ad esempio nelle situazioni di pericolo. Per noi adulti è difficile comprenderlo ma i bambini si adirano perchè non sanno decidere e i loro no non sempre voglioono dire no!I BAMBINI SI ADIRANO perché SPESSO NON SANNO DECIDERE Una cosa che non dobbiamo mai dimenticare per non farli entrare nel tunnel dei capricci che per i bambini giocare è un'attività serissima. I piccoli si indentificano con gli oggetti che possiedono quindi mai strapparli di mano ne toglierli bruscamente perchè allora ogni paura diventarà un enorme capriccio. PAPà, MAMMMA,IO ESISTO! Per un bimbo un capriccio può anche essere un modo di mandare segnali e attirare l’attenzione dei genitori. E’essenziale mostrare tolleranza e pazienza per ridargli fiducia in se stesso. Un bambino può capitare che accetti male quanto succede nella sua vita. I capricci vanno allora letti come richieste di aiuto. Il capriccio può essere una risposta alla vostra mancanza di ascolto, di tempo che dedicate al bambino, ai litigi familiari, ai problemi di famiglia. LE TRAPPOLE DA EVITARE Talvolta ricorrere alla sculacciata nasconde una paura dei genitori e non insegna ai bambini a rispettare una regola! Il bambino magari smette ma si sente frustrato e cova rancore, il bambino nel tempo si crea una corazza e non funziona più. Il genitore usando il corpo si mette allo stesso livello del bambino che usa il suo corpo. Picchiando si autorizza e legittima la violenza anche fuori di casa. Se ci si scusa non bisogna scusarsi della ragione ma della modalità (la sculacciata), ci inviamo messaggi troppo incoerenti. Il genitore usando la violenza sottomette il figlio che nel tempo perde la fiducia in se stesso e nel genitore che non gli garantisce più la protezione che un bambino cerca. Cresce un adulto insicuro. Attenzione però a cedere, significa che state resistendo.Le minaccia è corretto come avvertimento, attenzione a non minacciare a caso e formulare provvedimenti che si potranno mantenere Per quanto riguarda le Punizioni: più il bambino è piccolo più dovrà essere breve e ravvicinata al capricci, il bambino non ha senso del tempo e non capirebbe. Dosata bene ed equilibrata. Un genitore non dovrebbe mai andare segnali di disprezzo (non sei nemmeno capace di salire sullo scivolo e piagnucoli) e no all’umorismo a sproposito sono inutili perché il bambino non li capisce e li prende alla lettera, paragoni con altri no. PLACARE I CAPRICCI A mandare in bestia il bambino di quell'età può essere una proibizione, il crollo della torre, ecc..il bambino perde la calma, si sente sotto tensione e scarica la frustazione smaniando e gridando. Il bambino piccolo (anche il grande ma soprattutto) ha bisogno di voi per essere calmato. Deve sentire che non lo lasciate solo con i suoi dispiaceri. Durante un capriccio non sgridatelo ne tentatelo di convincerlo con le buone (piuttosto prendetelo in braccia e portatelo via). E' meglio aspettare che il bambino si sia calmato da solo. Quando si calma consolatelo se hai bisogno. Un genitore deve esercitare la sua autoriTà, vale a dire, deve sapere dire no in modo coerente e rispettando il figlio come persona. E’importante formulare un messaggio chiaro con un tono risoluto a un figlio che fa i capricci e fargli capire molto presto che ha le sue responsabilità. Avere pazienza, è rassicurante. Non cercate di convincerlo nel momento in cui fa il capriccio con buone parole perché quasi sicuramente alimenterete ancora di più la rabbia o il capriccio e diventerà intrattabile, cercate di non reagire affatto. PREVENIRE I CAPRICCI Chi ben comincia al mattino.. Promuovere l’autonomia (sul vestirsi sia nello scegliere che nel farlo vestire). Trucchi in cucina, nomi simpatici ai piatti, forme particolari, portate loro amici al banchetto. Prendete sul serio i giochi dei vostri bambini, non strappateli di mano ma aiutateli a concludere il gioco. I bambini litigano perché ad esempio non sanno spartirsi i compiti, potete entrare sul gioco (non sul bambino) e darei voi i tempi. Fate partecipare i bambini alla vostra spesa, fategli anche scegliere tra esempio due tipi di frutta. Quando i bambini si sentono RAMBO, dite basta e portateli via e successivamente spiegate loro che non si raggiungono i risultati con graffi e morsi. I bambini hanno bisogno del caos perché nasce la loro creatività (esempio cubetti costruzioni). Il bambino deve sentirsi amato e ha bisogno di tempo per stare con voi, hanno bisogno della vostra fiducia per una sana consapevolezza del sé. Tanto più contento ed equilibrato sarà il vostro bambino, meno avrà motivo di affermare la sua volontà facendo i capricci. Cercate ad esempio di non interromperlo quando parla o suggerire parole, se lui capirà che per voi la sua opinione è importante svilupperà la consapevolezza del proprio valore. Motivate sempre i divieti, spiegando al bambino perché gli vietate qualcosa si sentirà preso sul serio. Capirà ad esempio che un no è un no e che esistono dei motivi che pian piano metabolizzerà. Fate decidere qualcosa ai bambini. Se ci sono gelosie fate in modo che ogni bambino abbia un suo spazio e dei giochi solo sui. E’ pretendere troppo che un bambino piccolo condivida. E non fate mai appello alla ragione del bambino più grande perché sicuramente non sarà obiettivo. Per altri consigli o consulenze contatteci!
Giovedì, 12 Dicembre 2019 11:07

Milano

ANIMAZIONE PER BAMBINI MILANO


LA NOSTRA ANIMAZIONE PER BAMBINI MILANO

Il nome della nostra realtà sintetizza il modo in cui proponiamo l’animazione per bambini: ci chiamiamo Priscilla Educazione ed Intrattenimento perchè in tutto ciò che proponiamo l’aspetto pedagogico è sempre unito all’aspetto espressivo. Per noi non esiste animazione in cui l’attenzione pedagogica possa mancare e non c’è progetto educativo che non abbia un’impronta esperienziale, creativa ed espressiva. Con questo articolo spero di poter dare in 10 punti qualche consiglio e nozione base a voi genitori nella scelta di una efficace animazione per bambini da scegliere per la vostra festa.

Mercoledì, 27 Novembre 2019 12:46

Animazione per bambini Milano

Mercoledì, 17 Luglio 2019 16:20

Cantastorie

Animazione per bambini a tutto tondo con cantastorie tematici con atmosfere create ad hoc o letture animate con librone gigante. Condurremo i partecipanti in un una delle nostre storie sul tema del viaggio o del sogno o sul tema degli animali. Per ogni informazione non esitate a contattarci!
Venerdì, 14 Giugno 2019 10:05

Festa a Tema Lego

Festa con laboratorio Lego, animazione per bambini...con attività costruttive.
I protagonisti della festa saranno i mitici mattoncini Lego, utilizzati per giochi adatti all'età dei bambini e per un laboratorio in cui la creatività e l'estro dei partecipanti potranno essere espressi liberamente. Non mancheranno prove di abilità per mater costruttori Lego. Una festa originale capace di catturare l'attenzione e sicuramente adatta ad ogni contesto: all'aperto e anche al chiuso in spazi ristretti.

Per altre info non esitate a contattarci!
Mercoledì, 15 Maggio 2019 13:14

Animazione per Bambini

Animazione per bambini con dedizione ed amore per i bambini e per la nostra professione.

La nostra realtà si chiama Priscilla Educazione ed Intrattenimento perchè in tutto ciò che proponiamo l’aspetto pedagogico è sempre unito all’aspetto espressivo. Per noi non esiste animazione in cui l’attenzione pedagogica possa mancare e non c’è progetto educativo che non abbia un’impronta esperienziale, creativa ed espressiva.

Ci occupiamo da oltre 15 anni di Animazione per Bambini a Milano, Monza, Bergamo, Brescia e in tutta la Lombardia. Non siamo specializzati solo nell'animazione di feste di compleanno ma ci occupiamo di animazione per bambini a tutto campo: spettacoli nelle scuole, spettacoli in piazza, organizzazione e animazione di eventi aziendali, spettacoli in feste di oratorio e attività promozionali in centri commerciali.

Il nostro sito è una raccolta di attività che proponiamo da 15 anni, amiamo i bambini ed amiamo il nostro lavoro di animatori, curiamo di volta in volta tutti i dettagli, dalla pianificazione alla riuscita del vostro evento.

Affidatevi a noi se tenete al contenuto e all'efficacia dell'animazione e cercate una realtà affidabile, facciamo nostro ogni evento e ciò fa si che diventiamo un riferimento per chi si affida a noi. Potete trovare diversi riscontri sulla pagina commenti, sulla nostra pagina facebook o su google.

Contattateci pure telefonicamente, via email o attraverso il form della sezione contatti, ascolteremo le vostre esigenze e ci adopereremo per la riuscita del vostro progetto. Buona navigazione nel nostro sito.
Giovedì, 04 Aprile 2019 11:28

Il viaggio dei desideri

Esprimi un desiderio, fai la valigia, si parte! Una fata sognatrice coinvolgerà i bambini in uno spettacolo di magia, narrazioni e bolle giganti in cui protagonista sarà il viaggio della Fata Smemorina, un viaggio pieno di incontri speciali, insegnamenti, ascolto di musiche di ogni parte del mondo con balli speciali, bolle di ogni forma e colorate. Spettacolo con grandi momenti musicali e di divertimento. Durata circa 45/60 minuti. E'possibile prevedere un laboratorio tematico successivo.
Pagina 1 di 8
realizzazione sito web www.sitiwebegrafica.it siti web arezzo SEO - Map